L’isola d’Elba è una piccola lingua di terra a breve distanza dalla costa della Toscana. Si raggiunge abbastanza rapidamente in traghetto ed è perfetta per chi sta organizzando una vacanza di una singola settimana, o anche un fine settimana lungo. Nel corso di 5-7 giorni infatti si possono visitare quasi tutti i più bei posti dell’Elba, per lasciare poi ancora qualcosa da vedere per una visita futura. I più bei posti da visitare all’Elba sono numerosi, considerando sia le bellezze naturali, sia i piccoli borghi che costellano l’isola.

COME ARRIVARE ALL’ELBA

Il primo passo da fare quando si decide di trascorrere una vacanza su un’isola riguarda il come raggiungerla. Sull’isola d’Elba è presente un piccolo aeroporto, collegato con le principali città europee, il consiglio però è quello di arrivare qui in traghetto. Questo perché la vacanza all’Elba difficilmente sarà stanziale, soprattutto se si vogliono visitare le principali attrazioni dell’isola. Sul traghetto si trasporta anche la propria vettura, oppure una a noleggio presa sul continente, avendo a disposizione molte più opzioni rispetto a quanto non accada sull’isola stessa. In questo modo si ha a disposizione un mezzo proprio, essenziale per raggiungere le più belle spiagge e i piccoli paesi incantevoli, che spesso si trovano a vari chilometri di distanza tra loro. L’Elba infatti è piccola, ma non così tanto da potersi spostare a piedi o in bicicletta per l’intera vacanza.

LE SPIAGGE DELL’ELBA

La maggior parte di coloro che si fermano all’Elba lo fanno per godere del sole e del mare limpido che caratterizza quest’isola. In particolare l’Elba gode di una situazione geologica particolare, che porta alla presenza di sabbia di vari colori lungo le sue coste. In molte zone è presente dell’ossido di ferro, dal colore dorato, che in minuscole pagliuzze si solleva nell’acqua mentre si toccano i bassi fondali. Questo avviene alla spiaggia di Fetovaia, un piccolo borgo sulla costa a sud dell’isola, con sabbia candida colorata qua e là da pagliuzze scure e dorate. Molto bella e nota è anche la spiaggia delle Ghiaie, nei pressi di Portoferraio, così come quella detta dell’innamorata. Il modo migliore per andare in spiaggia all’Elba consiste nello scegliere ogni giorno una nuova meta, per poter meglio comprendere la natura splendida di queste zone.

NON SOLO SPIAGGE

Oltre alle attività in spiaggia l’Elba offre molteplici altre opportunità di divertimento nel periodo estivo. Nella zona occidentale, ad esempio, è presente un monte, il monte Capanne, su cui è possibile arrivare a piedi, seguendo lunghi sentieri tra macchia mediterranea e bassi boschi; oppure si può approfittare dei numerosi itinerari da seguire in mountain bike o in bicicletta da strada. Da visitare anche il parco minerario di Rio Marina, che testimonia l’antica vocazione estrattiva dell’isola e dove ancora oggi sono presenti interessanti reperti che raccontano come si viveva qui in un passato non molto lontano. Da vedere ci sono poi molteplici piccoli borghi, a partire da Portoferraio, dove la maggior parte dei turisti arrivano in traghetto, da non dimenticare anche Marina di Campo e Marciana Marina, tra i più grandi abitati dell’isola.

Seguimi!

La Polly

Anna, 31 anni, mamma di Oliver.
Buona forchetta, da piccola volevo fare la parrucchiera, l’estetista, la disegnatrice di fumetti, la cantante, la ballerina, l’attrice, la psicologa, la velina e la scrittrice. Oggi sono impiegata contabile.
Innamorata del mondo handmade, adoro le sigle di Cristina d’Avena ma ascolto volentieri anche i Metallica. E sogno di cantare “Dancing Queen” in un musical dedicato agli Abba.
Colleziono film, serie tv, libri ed e-book. Tutti rigidamente catalogati in ordine alfabetico. Un po’ fissata con l’ordine nel pc, chiavette, hard-disk… Poi vabbè… Il letto lo faccio di tanto in tanto…
Adoro leggere, scrivere, sperimentare, azzardare, curiosare ed imparare.E sentirmi figa se poi riesco ad insegnarlo a qualcuno.
La Polly
Seguimi!