La sera prima del mio compleanno ho ricevuto un regalo inaspettato, che mi ha fatta commuovere, da persone che nemmeno conosco. La community Italian Mom’s Style mi ha dedicato un post nella rubrica “Mamma del giorno”: ha raccontato la mia storia con una delicatezza incredibile, come se a parlare fosse qualcuno che mi conosce da una vita. Senza contare il fatto che Alice nel Paese delle Meraviglie è il mio cartone animato preferito. Ma non voglio anticipare altro: vi lascio qui sotto il bellissimo post che mi hanno dedicato.

MAMMA DEL GIORNO (ITALIAN MOM’S STYLE)

Avete mai provato a cercare il Paese delle Meraviglie?
É un luogo immaginario e la strada per giungerci non é sempre facile. Basta pensare a tutto quello che la piccola Alice ha dovuto attraversare per raggiungere il suo Paese delle Meraviglie.

E’ proprio la piccola Alice che mi ha fatto pensare alla storia della nostra MAMMA DEL GIORNO.
La protagonista della nostra rubrica si chiama Anna, per le amiche igers @lapolly_blog: coraggiosa e sognatrice, nella sua vita ha dovuto far i conti con una realtà difficile.

ANNA NEL PAESE DELLE MERAVIGLIE

Proprio come Alice, per raggiungere il “Paese delle Meraviglie” ha attraversato un tunnel, forse più buio di quello di una favola, ma una cosa é certa: lungo quel tunnel ha sconfitto le sue paure e i suoi nemici, facendo i conti con sé stessa e con la sua voglia di vivere.

Alla soglia dei 30 anni la vita di Anna prosegue a vele spiegate, aveva già sposato da qualche anno Mauro, l’uomo della sua vita, ed il piccolo Ughetto era arrivato in famiglia rubando il cuore di tutti, nonostante il suo carattere dispettoso e le sue smorfie buffe.
Nel 2016 é arrivata la gravidanza. Di lí a poco sarebbe nato un maschietto: che gioia per mamma e papá!
Oliver, così si chiamerà e sarà il frutto di un grande amore.
Ogni dettaglio, durante l’attesa, é stato curato da Anna, i suoi occhi assumono una luce diversa e tutto intorno si tinge di azzurro. L’emozione é tanta e tu, caro Oliver, con la tua fretta di nascere non hai di certo reso le cose semplici, tanto da dover programmare la tua nascita per ben due volte! Ma tu, in beffa a tutti, sei arrivato inaspettatamente, sorprendendo tutti, persino la vita stessa.

Con piccole complicazioni post nascita il piccolo Oliver ha salutato a stento la sua mamma, potendola abbracciare solo qualche giorno dopo. E in quell’abbraccio Anna ha per la prima volta visto il suo “Paese delle Meraviglie”.
Sembrava vicino, ad un passo, dietro l’angolo… eppure d’improvviso così distante quella meta.

Lo diceva Alice: “Qui devi correre più che puoi per restare nello stesso posto. Se vuoi andare da qualche altra parte devi correre almeno il doppio.” Eh già, bisogna superare i propri limiti per raggiungere la meta.
La storia di Alice comincia in un giardino dalla calma apparente; improvvisamente qualcosa cattura la sua attenzione: é il Bianconiglio, ed é per seguirlo che Alice comincia la sua avventura.

Così per Anna, il diabete gestazionale accompagna tutta la sua gravidanza. Qualche mese dopo esegue esami di routine per controllare che tutto sia tornato al suo posto. Invece, sarà qualche valore non proprio regolare a catturare la sua attenzione e a spingerla ad andare a fondo. É così che Anna entra nel suo tunnel, all’interno della quale conoscerà un vero mostro, ma imparerà a conoscere anche se stessa.
“C’è un nodulo alla tiroide”: la prima cosa da fare é l’ago aspirato. Ed ecco che arriva la diagnosi: carcinoma papillare con presenza di cellule tumorali maligne. Un mostro di cui Anna ha imparato a non aver paura. Si sottopone così alle cure da fare: prima l’intervento, poi la radioterapia. Erano ben altre le paure; non poter crescere Oliver, per esempio, e non potergli dare quello che tutti i bambini dovrebbero avere: la presenza della mamma.

Quanta forza ha trovato in quella paura tremenda?
Abbastanza da superare ogni ostacolo le si sia presentato dinanzi. Eh già, perché in ogni momento difficile, Anna, si é appigliata con tutta se stessa ad Oliver. Quel “paese delle meraviglie” che avrebbe voluto condividere solo con la sua famiglia.
Ed é per Oliver, ne sono certa, che oggi queste avversità sono un ricordo. Amaro, sì… ma solo l’amaro può farti apprezzare davvero il dolce.

Il segreto, cara Alice, é circondarti di persone che ti facciano sorridere il cuore. È allora, solo allora, che troverai il Paese delle Meraviglie.
E per te, cara Anna, alla fine del tuo tunnel é giunto il momento di essere felice e consapevole di esserlo.
La meta é raggiunta.

Grazie @lapolly_blog per essere stata nostra ospite.

Un immenso grazie lo dico io a voi, è stato un regalo per me bellissimo, che mi ha lasciata davvero senza parole!

Vi lascio i canali social di questa meravigliosa community:

Facebook: https://www.facebook.com/italianmomstyle/

Instagram: https://www.instagram.com/italianmomstyle/?hl=it

Seguimi!

La Polly

Anna, 31 anni, mamma di Oliver.
Buona forchetta, da piccola volevo fare la parrucchiera, l’estetista, la disegnatrice di fumetti, la cantante, la ballerina, l’attrice, la psicologa, la velina e la scrittrice. Oggi sono impiegata contabile.
Innamorata del mondo handmade, adoro le sigle di Cristina d’Avena ma ascolto volentieri anche i Metallica. E sogno di cantare “Dancing Queen” in un musical dedicato agli Abba.
Colleziono film, serie tv, libri ed e-book. Tutti rigidamente catalogati in ordine alfabetico. Un po’ fissata con l’ordine nel pc, chiavette, hard-disk… Poi vabbè… Il letto lo faccio di tanto in tanto…
Adoro leggere, scrivere, sperimentare, azzardare, curiosare ed imparare.E sentirmi figa se poi riesco ad insegnarlo a qualcuno.
La Polly
Seguimi!