Quest’anno come meta delle nostre vacanze abbiamo scelto l’Abruzzo. Essendo ancora Oliver piccolino abbiamo optato per un family resort, il Serena Majestic, in formula residence. Si tratta di una grande struttura a scelta tra hotel e residence, con possibilità di decidere tra all-inclusive, mezza pensione o meno. Noi abbiamo preferito non avere vincoli di orario e arrangiarci in tutto per tutto; tra un anno o due, quando Oliver sarà più grandicello, valuteremo anche le altre opzioni.

Il viaggio è stato lungo: quasi sei ore di auto. Ero un po’ in ansia perchè temevo che Oliver si sarebbe stancato troppo e avrebbe fatto molti capricci, invece devo dire che è stato bravissimo, sia all’andata che al ritorno (complice, ahimè, anche l’aiuto di Youtube!).

Arriviamo al residence a metà pomeriggio carichi di spesa, valigie e casse di acqua. La nostra stanza è al settimo piano. Santo passeggino che ci ha fatto da carretto! Ci sistemiamo e ne approfittiamo subito per fare un giretto nella spiaggia privata dell’hotel, dove abbiamo prenotato il nostro ombrellone.

Diamo ufficialmente il via alla nostra vacanza!

Partiamo dal presupposto che, si sa, con un duenne scatenato non si può parlare propriamente di relax… ma la nostra settimana è andata più o meno così: al mattino colazione e via in spiaggia, pranzo al residence (tornavo su mezz’oretta prima per preparare la pasta), pisolino di Oliver e papà dalle 13 alle 15 (in queste due ore ne approfittavo per andare in spiaggia), poi ancora spiaggia e parco giochi dell’hotel, doccia, cena e giretto al luna park.

Quando scendevo in spiaggia, essendo difficile per me stare spaparanzata sul lettino a prendere il sole, facevo tutti i giorni delle lunghe passeggiate in riva al mare. A proposito, questo è il bellissimo mare di Montesilvano:

L’acqua è talmente limpida da vedere i tanti pesciolini che ti passano davanti. Abbiamo visto anche una stella marina sul fondale! E tanti granchietti sugli scogli. Posso dire che quelle passeggiate mi rilassavano davvero tanto e quando tornavo mi sentivo rigenerata, pronta ad affrontare il resto della giornata con mio marito e la nostra piccola peste che, dopo aver scoperto il parco giochi del resort, era diventato difficile portarlo via di lì. D’altronde, altalene, gonfiabile e casette varie sono il paese delle meraviglie di tutti i bambini. Basta guardare la sua faccia!

Per la cena un pò ci siamo arrangiati con la spesa, ma spesso abbiamo cenato fuori. Ottima, anzi, fenomenale, la pizza di Gulliver, a disposizione a pranzo e a cena per gli ospiti del residence. Un altro ristorante che mi sento di consigliare si trova in centro a Montesilvano, l’ “Abruzzorante”, un locale molto carino dove abbiamo mangiato un antipasto abruzzese freddo e caldo, molto abbondante, di piatti tipici, e gli immancabili arrosticini. Manco il tempo di fare una foto, presi dalla foga di tante squisitezze.

Un altro momento della giornata che adoravo era il tramonto e la nostra passeggiata in centro. La sera prima della partenza siamo anche andati in spiaggia, deserta a quell’ora, a scattare qualche foto.

Non vedo l’ora di incorniciarle e appenderle in casa.

A metà settimana siamo andati a Pescara centro, bellissima! Si trova a circa 20 minuti di macchina da Montesilvano. Molto comoda al parcheggio della stazione centrale, la zona pedonale è raggiungibile a soli 2 minuti a piedi. Abbiamo consumato il tipico “aperitivo di mare” in uno dei tanti locali, situati ad un centinaio di metri dalla zona balneare. Questa città mi ha piacevolmente colpita, anche se non siamo riusciti a vedere molto, impegnati come eravamo con Oliver che correva dietro ai piccioni e spingeva il passeggino da solo.

Tirando le somme:

consiglio sicuramente la struttura, adatta alle famiglie. L’animazione è davvero molto coinvolgente, sopratutto per i bambini. Mascotte di tutti i villaggi Bluserena è Serenella, con le sue scatenate babydance. Mi ritrovo ancora a canticchiare “Bettina scordarella” e a ballare la canzone con Oliver. Il centro si trova davvero a pochi passi ed è presente un bellissimo Luna park proprio di fronte all’hotel.

La spiaggia è pulita, il mare bellissimo ed il cibo ottimo.

Un’altra vacanza che sicuramente ci rimarrà nel cuore. L’Abruzzo, nel cuore.

Seguimi!

La Polly

Anna, 31 anni, mamma di Oliver.
Buona forchetta, da piccola volevo fare la parrucchiera, l’estetista, la disegnatrice di fumetti, la cantante, la ballerina, l’attrice, la psicologa, la velina e la scrittrice. Oggi sono impiegata contabile.
Innamorata del mondo handmade, adoro le sigle di Cristina d’Avena ma ascolto volentieri anche i Metallica. E sogno di cantare “Dancing Queen” in un musical dedicato agli Abba.
Colleziono film, serie tv, libri ed e-book. Tutti rigidamente catalogati in ordine alfabetico. Un po’ fissata con l’ordine nel pc, chiavette, hard-disk… Poi vabbè… Il letto lo faccio di tanto in tanto…
Adoro leggere, scrivere, sperimentare, azzardare, curiosare ed imparare.E sentirmi figa se poi riesco ad insegnarlo a qualcuno.
La Polly
Seguimi!

Latest posts by La Polly (see all)