Crescendo i ragazzi sentono molto forte la spinta ad avere un proprio spazio indipendente, una sorta di “mondo privato” in cui, oltre ai doveri (la scuola), ci sia spazio anche per i piaceri, cioè per le passioni che sentono nascere dentro di loro e che vanno espresse in un ambiente confortevole e arredato sulla base di questi nuovi stimoli. Infatti, da bambini interessati quasi esclusivamente al gioco e alla nanna, si trasformano in adolescenti con esigenze diverse e con una personalità che va strutturandosi in direzione di determinati gusti, preferenze, hobbies e passatempi. Ecco perché in questa fase adolescenziale è così importante che siano i ragazzi a scegliere il proprio stile di camera, rivoluzionando l’arredamento laddove sia necessario oppure introducendo alcuni pezzi d’arredo particolarmente originali che possano riflettere il loro bisogno di stupire, personalizzare e affermarsi come individui “staccati” dai loro genitori.

Nelle camerette di adolescenti più che mai pronti (ed agguerriti) ad affermare il proprio stile, potrebbero così comparire guardaroba atipici a forma di cabina telefonica, mensole a forma di skateboard, elementi vintage come jukebox e macchine da scrivere da affiancare ad iPod e Computer, tavole da surf, vecchi bauli o lampade che ricordano insegne luminose.

1. Armadio o distributore di benzina?

Se è vero che l’adolescenza viene detta “età della ribellione”, una scelta decisamente provocatoria e anticonformista potrebbe essere quella di sostituire il solito armadio con un guardaroba dalla forma originale e divertente: ad esempio, un distributore di benzina! Disponibile in vari colori e integrato con una comoda scrivania pieghevole, l’armadio/distributore darà alla cameretta dei ragazzi un tocco di creatività e umorismo.

Timoverlas

2. Ed è subito Londra!

Nell’era dei cellulari, niente di più rivoluzionario per un adolescente che portare nella propria cameretta una cabina telefonica pubblica a gettoni (ormai, in via di estinzione!). Non una cabina qualsiasi, ma l’unica ed inimitabile cabina londinese! Per uno stile accattivante e personale, la cabina telefonica inglese può fungere da guardaroba, da semplice elemento d’arredo o da spazio “privato” in cui isolarsi e sognare ad occhi aperti. Very cool!

3. Musica e adolescenza: il binomio perfetto!

La musica è spesso il tramite e il mezzo espressivo utilizzato dai ragazzi per costruire e affermare la propria identità. I ragazzi di oggi la ascoltano in modo sempre più veloce ed immediato, sfruttando tutte le potenzialità che offre la tecnologia, ma vi sono alcuni oggetti legati al mondo della musica che hanno conservato intatto il loro fascino e che oggi rappresentano dei veri e propri arredi cult. In risposta ai vari iPod, la cameretta potrebbe, dunque, popolarsi di jukebox dal design unico e senza tempo o di nostalgici giradischi reinterpretati in chiave moderna.

4. Tavole da surf, Skateboard & Co.

Tra i principali simboli di libertà e indipendenza troviamo sicuramente le mitiche tavole da surf e gli skateboard, entrambi particolarmente amati dagli adolescenti. Questi “mezzi di trasporto” sono spesso declinati sotto forma di complementi d’arredo dal design moderno e originale, tanto da essere utilizzati in maniera molto efficace nell’arredamento delle camere dei ragazzi. Gli skateboard possono diventare delle spiritose mensole, mentre le tavole da surf diventano dei suggestivi quadri tridimensionali.

5. Le insegne luminose

Al posto della solita abat-jour scelta da mamma e papà, i ragazzi potrebbero desiderare una lampada da parete ispirata alle insegne luminose dei negozi e dei centri commerciali, oppure un modello che richiami, nella sua forma, un cartello stradale o una scritta particolarmente divertente e accattivante. Ne esistono di diverse misure, alcune anche “a tutta parete”, che esprimono molto bene il bisogno dei ragazzi di affermazione della propria personalità.

6. Ritorno al passato: macchine da scrivere, bauli, mappamondi vintage

Alcuni oggetti non perderanno mai il loro fascino e continueranno ad esercitarlo nonostante l’avanzare della tecnologia e della modernità. La commistione tra vecchio e nuovo, tra antico e moderno potrebbe essere un buon modo per i ragazzi di riscoprire il fascino del passato, attraverso il racconto di genitori e nonni, senza per questo rinunciare al futuro che avanza. Ecco che potremmo veder comparire una vecchia macchina da scrivere accanto al Mac ultra piatto di nuova generazione, oppure potremmo accostare agli strumenti moderni tipicamente usati dai ragazzi, oggetti dal sapore vintage come vecchi bauli e mappamondi, che richiamano ad un mondo di viaggi, esplorazioni e avventure.

– articolo in collaborazione con Habitissimo

La Polly
Seguimi!

La Polly

Anna, 30 anni, mamma di Oliver.
Buona forchetta, da piccola volevo fare la parrucchiera, l’estetista, la disegnatrice di fumetti, la cantante, la ballerina, l’attrice, la psicologa, la velina e la scrittrice. Oggi sono impiegata contabile.
Innamorata del mondo handmade, adoro le sigle di Cristina d’Avena ma ascolto volentieri anche i Metallica. E sogno di cantare “Dancing Queen” in un musical dedicato agli Abba.
Colleziono film, serie tv, libri ed e-book. Tutti rigidamente catalogati in ordine alfabetico. Un po’ fissata con l’ordine nel pc, chiavette, hard-disk… Poi vabbè… Il letto lo faccio di tanto in tanto…
Adoro leggere, scrivere, sperimentare, azzardare, curiosare ed imparare.E sentirmi figa se poi riesco ad insegnarlo a qualcuno.
La Polly
Seguimi!